Resoconto di una vacanza ...


Uno degli ultimi commenti ricevuti mi chiedeva di raccontare della mia fantastica vacanza ...

Le vacanze fantastiche sono quelle che sulla strada del ritorno ti fanno piangere per la nostalgia ...

La mia è stata una vacanza ... "ordinaria" ... spiaggia, bimbi, crema solare, sabbia, gelato dopo cena ...

E forse è proprio questo che la rende fantastica ... Il quotidiano coi miei bimbi, la possibilità di stare con mio marito tutto il giorno, senza impegni di lavoro, la colazione che dura anche mezz'ora tra le risate dei bimbi e il disastro che ogni mattina mi lasciavano sotto il tavolo ...


... Arrivare in spiaggia e cospargerli di crema protettiva per poi vederli dopo 30 secondi impanati di sabbia come una cotoletta milanese ...


... La gioia di portarseli in acqua e pian piano insegnare loro che coi braccioli possono tentare di nuotare soli, le risate che mi sono fatta quando Pietro, bevendosi mezzo mare, mi ha detto "Mamma, è un pò salata quest'acqua" ...


La dura lotta per abituare Pietro a fare pipì non nel pannolo ... E' questo è stato un arduo compito ... !
Il primo giorno di spiaggia, si è pisciato addosso 5 volte e mi guardava sempre con aria sconvolta e smarrita, poi un pomeriggio gli ho tolto il costumino per risciacquarlo prima di risalire e con un urlo tremendo mi ha lanciato un accorato grido di aiuto
" Mamma ... mi esce l'acqua dal pisellino !!!!"

Ho capito che non sapeva cosa voleva dire " fare pipì "

E così abbiamo iniziato a cercare di fargli capire e ogni volta che me lo diceva e innaffiava ogni angolo e albero del paese ( modello cagnolino ), noi a lodarlo e battergli le mani ... Sorellina compresa, che ripeteva ogni volta " ... vedi, sei diventato grande ... puoi venire alla scuola materna con me ... "


E ancora i giri dopo cena in paese, i tanti tanti tanti, troppi, 50 cent. spesi sulle giostrine ... il cono al cioccolato che immancabilmente colava sulla maglietta ... Gli innumerevoli castelli di sabbia fatti e schiacciati dai loro piedini, le prime amicizie tra bimbi sulla spiaggia ... Le camminate sul lungomare e i bimbi che fanno a gara per chi avvista più barchette di pescatori ...


E infine il nostro ( mio e di mio marito ) più grande traguardo ... Togliere il ciucio ai bimbi !!!
E' stato difficilissimo, loro lo cercavano in continuazione, la sera Gloria impiegava quasi 2 ore per addormentarsi, girando e rigirando per il suo letto con la solita cantilena " ... voglio il ciucio ... ", ma alla fine ce l'abbiamo fatta ... Ormai è un bisogno andato e martedì, al rientro dal mare, li abbiamo attaccati con una corda, nella cabina del camion di papà ...


La mia vacanza ordinaria, fatta di piccoli fatti straordinari e fantastici, si è conclusa lunedì, i bimbi sono tornati per l'ultima settimana all'asilo, il camionista è tornato ai suoi turni massacranti, e io a pagare bolli e registrare revisioni ...
Probabilmente non ci saranno per quest'estate altre settimane al mare, ma i miei piccoli momenti ordinari/straordinari li vivo ogni giorno, e quindi ...



" VIVO IN VACANZA DA UNA VITA, PERCHE' NO ...
TRA UNA DISCESA E SALITA PERCHE'
UNA RAGIONE NON C'E' ... "


3 commenti:

  1. a volte, la normalità è la migliore delle vite possibili ...
    un bacio ...

    RispondiElimina
  2. Avevo ragione! E' stata una vacanza superfantastica! ;-)

    RispondiElimina